Sentieri indivisibili alla ricerca delle ragioni segrete del paesaggio


5 - 6 ottobre 2019

 

 

Per festeggiare i 10 anni di Vacanze dell’Anima, un cammino costellato di atti poetici e occasioni d’incontro accompagna dentro il paesaggio.
Dopo la straordinaria ovazione di Marco Paolini e Simone Cristicchi, che lo scorso anno ha richiamato sul Monte Tomba 4000 persone, quella del 2019 è un’edizione votata a “costruire comunità”.

 

Due giorni in cammino tra i Colli Asolani, la Pedemontana e il Massiccio del Grappa.
Il programma 2019 di Vacanze dell’Anima è animato dall’intenzione semplice ed essenziale di percorrere insieme un tratto di strada e di farlo sul territorio a cui il festival ha dedicato in questi anni la ricerca di bellezza e di poesia, stimolando innovazione sociale, culturale e turistica.

Camminare insieme è un rito e un esperimento. Un rito per celebrare il territorio e il percorso fatto fin qui, come per propiziare un nuovo ciclo di Vacanze dell’Anima. Un esperimento per sostenere, attraverso un gesto pratico e poetico, la costruzione di comunità attorno al progetto e al paesaggio in cui si realizza, per accorciare le distanze, per rallentare, invocare una dimensione sociale più intima e autentica, che mettere in gioco il corpo e i sensi.

Sentieri Indivisibili è un percorso a tappe attraverso il paesaggio, scandito da momenti culturali e occasioni di socialità, in cui arte, natura e condivisione si fanno ispirazione, aiutano a far emergere e percepire ciò che non si vede eppure è fondamenta e collante di un territorio: memoria e immaginazione, trama fitta di relazioni, connessioni e possibilità.
Sulla scia delle Città invisibili di Calvino, sarà un percorso in cui cercare “le ragioni segrete” che richiamano le persone a vivere e visitare questo luogo, “le ragioni che possono valere al di là di tutte le crisi” e ne rappresentano l’identità. Un intreccio unico e indissolubile fatto di ambiente, persone, energie.

Il 5 e 6 ottobre sono invitati a partecipare i partner, istituzioni e sostenitori privati, gli artisti e i relatori che hanno animato il festival nelle passate edizioni, il pubblico affezionato, i cittadini e i visitatori che vogliano vivere tolto due parole un’esperienza di condivisione e di co-creazione.
L’invito, posticipato rispetto al tradizionale periodo estivo del festival, è un invito all’ascolto del paesaggio e delle persone che camminano con noi, delle possibilità che possono nascere dal mettere in comune pensieri e azioni, un invito alla coltivazione di nuove idee condivise che potranno emergere per la valorizzazione del territorio.

 

info: http://www.vacanzedellanima.it